El Greco a Roma. Un’opera che non ti manda più via.

el greco

El Greco a Roma. Un’opera che non ti manda più via.
Per una strana malia non riuscivo a spostarmi dal quadro.

Come più volte ho sostenuto alcune opere hanno un potere catartico e illuminante al pari dei Mandala. L’Annunciazione di El Greco è un ingresso verso uno stato vitale molto particolare. L’Artista dipinge una ‘porta’, sta a noi entrare. Mi sono tuffata in quel cosmo, l’universo mi ha avvolta, la musica dei colori e degli strumenti suonata dai personaggi alati ha fatto il resto. Uno sciamano, questo è El Greco quando ci spaccia capolavori di tale genere. Un Don Juan con le sue piantine allucinogene dagli effetti sorprendenti e felicitanti. L’artista ci svela percorsi imperdibili. Realtà percettibili solo davanti alla sua porta-quadro magica. Roba forte, roba che apre la mente.

Da non perdere.

P.s.   il custode del museo mi ha confidato che alcune persone sono rimaste agganciate dal soggetto artistico anche per due ore di seguito.

L’Annunciazione di El Greco ai Capitolini fino al 17 aprile 2017

 

 

 

 

 

 

 

 

 

El Greco Annunciazione - recensione di Rossella Monaco

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *